Vellutata di broccoli. Una ricetta gustosa e salutare!

Mettiamo la salute nel piatto!

Ingredienti:

  • Broccoli: 450 gr
  • Brodo vegetale: 700 ml
  • Burro: 30 gr
  • Patate: 400 gr
  • Pepe bianco: q.b.
  • Porri: 1
  • Sale: q.b.

Per guarnire:

  • Olio extravergine di oliva: q.b.
  • Pane 2 fette

 

Per preparare la vellutata ai broccoli iniziate mondando e tagliando a fette sottili il porro. Poi sbucciate le patate e tagliatele a dadini. Lavate quindi i broccoli eliminando i gambi e dividendoli in cimette. In un tegame capiente ponete il burro a fondere, aggiungete i porri (3) e fateli appassire a fuoco basso per 10-15 minuti, senza fargli prendere colore. Aggiungete nel tegame le patate (4) e i broccoli (5) e fateli rosolare per qualche minuto mescolando, poi aggiungete il brodo vegetale caldo (6) e continuate la cottura per circa 30 minuti a fuoco dolce, salando e pepando q.b.
Trascorso il tempo indicato, passate le verdure con un frullatore ad immersione (ricordatevi di mettere da parte qualche cimetta di broccoli che vi servirà per guarnire il piatto). Rimettete la vellutata così ottenuta sul fuoco (7), aggiustate di sale e aggiungete qualche fogliolina di timo (8). Private della crosta le fette di pane, tagliatele a dadini (9) e fatele abbrustolire in una padella antiaderente con poco olio. Servite la vellutata di broccoli con i crostini e un filo d’olio extravergine d’oliva crudo.

NDR: Potete sostituire al pane della minestrina da brodo.

Le proprietà del broccolo.
I broccoli fanno parte della famiglia della crocifere, della varietà Brassicaceae, comunemente li facciamo rientrare nella grande famiglia dei cavoli. Sono principalmente diffusi nell’Italia meridionale ed in alcuni paesi a clima simile come la Spagna, – se ne trovano anche in Francia – ma la loro origine è da ricercarsi in America, portati nelle nostre zone dai navigatori dell’oceano che li usavano principalmente come alimenti per ricaricarsi di vitamina C.

Le tipologie più comuni sono:

  • broccolo fiolaro di Creazzo: diffuso sulle colline del Veneto;
  • broccoletti e cime di rapa: molti diffusi al sud, soprattutto in Puglia, le cui foglie, verde scuro sono impiegate per cucina il piatto tipico delle orecchiette con le cime di rapa;
  • broccolo Romanesco: verde chiaro e con una cespo molto grosso,
  • broccolo violetto siciliano;
  • il Bianco: dal gusto dolce e delicato, ottimo con la pasta e una soffritto di olio, aglio e peperoncino.

 

Proprietà alimentari

Contengono sostanze come magnesio, fosforo, calcio, rame, iodio, selenio, zolfo. I broccoli sono amici del cuore, del colon e dei polmoni.

In effetti, essendo molto ricchi di vitamina C ed E, carotene e soprattutto potassio, aiutano a tenere sotto controllo la pressione arteriosa. Sono considerati degli antitumorali per via del betacarotene contenuto e per la presenza di alcuni composti chimici che bloccano, grazie ad un processo chimico, lo sviluppo di cellule tumorali. I broccoli aiutano a combattere anche alcune patologie del sistema gastrointestinale, come le ulcere duodenali, inoltre il suo liquido di cottura è un buon coadiuvante nella cura di asma, bronchite e raffreddori invernali.